Formula 1 si riparte, ecco i primi verdetti

Formula 1 si riparte, ecco i primi verdetti

La Ferrari che aveva illuso tutti nei test del pres-stagione si è scontrata con la solita Mercedes di Hamilton, ancora una volta davanti nelle classifiche a campionato in corso. Si tratta di prove libere e non ancora di qualifiche per la pole, ma le lancette degli orologi (per dirla in stile retrò) hanno ristabilito le gerarchie.

La buona notizia per le rosse è che Sebastian Vettel sia riuscito, dopo un turno di prove in cui ha riscontrato diversi problemi al bilanciamento della vettura, a mettersi alle spalle una delle freccie d’argento tedesche. La cattiva notizia è che Hamilton è semrato inarrivabile e ha staccato il rivale tedesco di quasi mezzo secondo.

“Non mi soffermo solo sul tempo, ma nel complesso non sono molto contento. La nostra prestazione non è  stata male ma si può fare meglio – ha dichiarato il tedesco ai microfoni di Sky -. Il bilanciamento complessivo della vettura non era quello che volevo, possiamo fare passi avanti, c’è molto lavoro da fare. Vedremo come andremo domani, oggi è difficile parlare. E’ stata una giornata particolare, stamattina ho avuto un problema ma il team sta lavorando bene; possiamo migliorare ancora”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il coompagno al Cavallino, Kimi Raikkonen, bravo a mettersi alle spalle entrambe le Red Bull, ma non abbastanza per superare Valtteri Bottas, terzo a fine giornata: ” E’ difficile paragonare i risultai dei test a questi perché i circuiti sono diversi tra loro, abbiamo sensazioni diverse. Non è stata una giornata negativa, ma sarebbe potuta andare meglio. Abbiamo fatto parecchie cose, abbiamo imparato e sappiamo dove migliorare. Domani speriamo di poterci esprimere al 100% – sono state le parole del finlandese -. Dopo le qualifiche sapremo le cose in modo più chiaro, questo è un circuito particolare e quello che succederà questa settimana non darà indicazioni certe sul futuro. Cercheremo di lavorare e migliorare”.